Pallacanestro da spiaggia

Progetti, Sport

Basket all'apertoOstia, litorale romano, chilometri di spiaggia sui quali ogni anno si riversano turisti, tra i quali tanti giocatori di beach volley ed altri sport derivati.

Durante l’afosa estate 2013, degli appassionati di basket si ritrovano a chiacchierare sul lungomare ed uno di loro chiede “perché sulla spiaggia si gioca a volley, a calcio a tennis ma non a pallacanestro?”. Dopo qualche secondo un altro risponde quasi indispettito “perché non puoi palleggiare!”
Ma la pallacanestro è sinonimo di palleggio? Certamente no, anzi gli allenatori insegnano che è meglio palleggiare poco! A quel punto lo scettico del gruppo tuona “se qualcuno ancora non ci ha pensato, c’è sicuramente qualche motivo”.

Scatta la ricerca sul web: beach, basket, basket ball, pallacanestro sulla spiaggia. Si trova qualcosa, lo scettico del gruppo cambia opinione “visto? Qualcuno ci ha già pensato”.
Si trovano i trovano i mitici campi in riva alla spiaggia a Rimini, ma sono sul cemento. Noi cerchiamo qualcosa sulla sabbia.
Si cerca meglio e si scopre che tantissimi anni fa è nata, e tutt’ora esistente, la Beach Basketball Association. “Eccolo, è sulla spiaggia” esclama ancora lo scettico. In effetti ci sono giocatori che saltano sulla sabbia, ma c’è un campo circolare, un canestro al centro senza tabellone, un pallone fatto in nylon.

Non è quello che vogliamo, noi stiamo cercando il basket con il pallone a spicchi, il canestro con il tabellone…ma giocato sulla spiaggia.
Vorremmo vedere la palla a spicchi, il canestro con il tabellone, 3 o 5 giocatori che si smarcano a piedi nudi perché…sono sulla sabbia.
Non c’è. Nessuno ci ha pensato? O qualcuno ci ha pensato ma ha rinunciato? Non lo sappiamo. Ma ci vogliamo provare e le nostre serate passano analizzando come potrebbe essere il campo, come si potrebbe adattare il regolamento.

La palla a due è alzata, inizia la partita e la storia del beach basket.

,
Articolo precedente
Harley, grazie ed arrivederci
Articolo successivo
Lungomare pedonalizzato, finalmente!

Post correlati

Menu