Il torneo di Indian Wells è un esempio

Eventi, Sport

Ne abbiamo parlato già per l’edizione 2015, torniamo a farlo ancora perché il torneo Master 1000 di tennis di Indian Wells è uno degli esempi più importante di progettazione sportiva e turistica.

L’edizione 2016 di Indian Wells

Gli americani amano stupire e lo hanno fatto anche in questa occasione.
Il 20 marzo si è disputata la finale, per gli appassionati l’ha vinta ancora Djokovic stavolta su un malconcio Raonic.
Un giorno prima, il 19 marzo, gli organizzatori pubblicano sul sito la notizia dei lavori di ampliamento dell’impianto che inizieranno subito dopo la fine del torneo!

Perché se questo torneo cresce anno dopo anno a ritmi vertiginosi è anche merito dei continui investimenti che vanno di pari passo con l’aumento degli spettatori e degli incassi.

L’ampliamento

Oltre che un ampiamento, i lavori saranno di ammodernamento. Sotto cura il campo centrale, già per dimensioni il secondo al mondo tra tutti i tornei: sono previsti lavori per rinnovare tutti i servizi igienici e migliorare i punti ristoro, due elementi stati segnalati dagli spettatori come i più importanti per restare più a lungo, in modo confortevole, all’interno di un impianto sportivo.

Saranno rinnovate anche tutte le “suite” del campo centrale per un’esperienza ancora più esclusiva per chi se lo può permettere.

Nuovi servizi

Molti investimenti sono per gli spettatori, ce ne sono anche per addetti ai lavori e giocatori.Saranno creati nuovi spazi per i giocatori ed una nuova area di allenamento che verrà utilizzata sia prima che durante il torneo.
Importanti novità anche per i media, che avranno nuovi spazi dotati delle tecnologie più moderne per trasmettere il torneo.

, ,
Articolo precedente
The Color Run: ecco il Tour 2016
Articolo successivo
Sempre più grande Rimini Wellness

Post correlati

Menu